Io traduco

Io traduco.
Come professione, sì, posso finalmente dire che “io traduco”. E mi piace molto farlo.
Ma tanto. Che quando studiavo per questa professione, neanche mi sarei immaginata di apprezzare davvero così tanto questo lavoro.
E posso farlo dove, come e quando voglio…più o meno, insomma, diciamo che ho una certa libertà.
È un lavoro che faccio da tempo, comunque. Perché essere finalmente una traduttrice freelance mi ha fatto capire quanto, già in passato, io abbia sempre amato quest’attività.
Perché io traduco. Da sempre.

Traduco parole in altre parole.
Traduco frasi in altre frasi.
Traduco sentimenti in gesti.
Traduco emozioni in cibo e cibo in emozioni.
Traduco affetti in attenzioni.
Traduco pensieri in parole.
Traduco impressioni in atteggiamenti.
Traduco stati d’animo in esternazioni.

E quando posso, cerco di tradurre rabbia in forza, tristezza in corazza, frustrazione in lungimiranza. Ma non sempre ci riesco.

Traduco il pranzo della domenica, come quello della foto.
Perché le parole mi piacciono molto, ma i frutti di mare di più!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...